• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Interviste
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Home   Attualità

PALESTRA DELLA MEMORIA

pexels-cottonbro-4057758La Fondazione Mazzali ha dato il via ad un progetto di "Brain Home Fit", ginnastica da casa per la memoria. Un programma di ginnastica casalinga che serve per allentare i declini cognitivi o motori legati all'invecchiamento.

Il tutto è iniziato nel 2019 quando la Fondazione Mazzali Mantova ha lanciato un bando per la progettazione di un programma di esercizio fisico a domicilio. Il concorso, riservato agli studenti del Master di secondo livello in Esercizio-terapia" dell'Università di Verona, è stato vinto dal Dott. Fabio Urro che ha potuto realizzare la sua idea grazie al premio di 3.000 euro, messo a disposizione dalla Fondazione Mazzali.

Il progetto prevede l'utilizzo della piattaforma on-line "B.H.F", tramite la quale i partecipanti, muniti di un computer, potranno collegarsi da casa in qualsiasi momento della giornata e seguire le videolezioni che li seguiranno nello svolgimento degli esercizi.

Per la quattordicesima edizione del "Magico mondo del Cosplay " l'evento dedicato alla moda giapponese di vestirsi come i personaggi dei fumetti, dei cartoni animati e della fantasia si svolgerà in due date!

Per l'evento cosplay più grande d'Italia, migliaia di figuranti in costume, musica e attività animeranno le giornate nel Secondo Parco Più Bello d'Europa: i più piccoli e tutti gli appassionati potranno così incontrare i propri beniamini, per fantastiche foto ricordo tra gli scorci più incantevoli del Giardino e per vivere momenti di puro divertimento.
Non mancheranno: la cosplayer di fama mondiale Giorgia Cosplay che condurrà domenica 6 settembre le sfilate in abiti cosplay, una per i bambini alle ore 16, e una per gli adulti alle ore 17, lo staff Think Comics con un ricco programma di animazione e molto altro!

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni alle sfilate e la possibilità di acquistare il biglietto Cosplayer a euro 5,00 valido per l'entrata al Parco nelle due giornate dell'evento! Cliccate qui: https://www.sigurta.it/cosplay

DAL 9 AL 18 APRILE LA QUINTA EDIZIONE DI “MANTOVASCIENZA”

MantovaScienza-1E' pronta a partire la quinta edizione di "MantovaScienza", che si terrà dal 9 al 18 aprile. I tagli necessari per rispettare le normative anti Covid non ha scoraggiato il Comitato Scientifico che, affidandosi alla tecnologia ormai largamente utilizzata in tanti aspetti della vita quotidiana, ha deciso di mantenere almeno il "cuore" della manifestazione, proponendo le conferenze online in diretta sui canali social Facebook e YouTube (tutte le informazioni sul Festival sul sito www.mantovascienza.it).

I TEMI

Il Festival sarà inaugurato dall'epidemiologa mantovana Sara Gandini, che proporrà uno studio sui dati della pandemia da Covid 19 a scuola. Coronavirus, ma non solo. Tanti gli argomenti che verranno trattati. dai ritrovamenti nelle sabbie del Po che raccontano storie di animali, piante e persone (Davide Persico), all'analisi dei minerali contenuti nei nostri device (a cura di Daniele Castelli ed Elena Bonaccorsi); dalla plastica negli oceani (Franco Borgogno) al collegamento tra vegetazione e clima, con uno studio particolare proprio su Bosco Fontana proposto da Giacomo Gerosa; temi legati all'informatica (i computer quantistici, presentati da Alessandro Chiesa) e all'astronomia (gli esopianeti raccontati da Gianluca Ranzini, l'inquinamento luminoso indagato da Patrizia Caraveo, e due conferenze a cura di Filippo Bonaventura, Lorenzo Colombo e Matteo Miluzio, team del progetto "Chi ha paura del buio?", sulla vita nel sistema solare e sul rapporto tra ricerca spaziale e vita quotidiana). La zoologia sarà trattata in due appuntamenti realizzati con contributo del Parco Oglio Sud: una conferenza su miti e leggende legati ai rapaci notturni a cura di Marco Mastrorilli e una sugli animali più incredibili della fauna italiana presentata da Marco Colombo. Un interessante contributo sarà quello di Matteo Monelli, astronomo mantovano trasferito a La Palma da molti anni, che mostrerà in diretta online come funziona l'Osservatorio dell'Instituto de Astrofísica de Canarias, proponendo una diretta anche per le scuole al mattino. Chiude la rassegna l'intervento del prof. Enrico Bucci che farà il punto della situazione sui vaccini.

Interessante novità di quest'anno è il concorso per le scuole denominato "Question time challenge: in palio per le classi vincitrici una diretta online con uno scienziato che potrà rispondere alle domande giudicate più interessanti fra quelle che perverranno entro il 25 aprile sul sito della manifestazione. Per saperne di più: www.mantovascienza.it/concorso.

Tante le collaborazioni importanti con scuole, enti pubblici e privati tra cui Master, Pantacon e Aif (Associazione per l'Insegnamento della Fisica). Fra gli sponsor tecnici della manifestazione anche i negozi Città del Sole e la Libreria Coop Nautilus.

Per tutte le informazioni: www.mantovascienza.it; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; oppure telefonare allo 0376225724 o al 3335669382



AL POMA UN’APPARECCHIATURA ALL’AVANGUARDIA

Sciuto-696x392L'ospedale di Mantova sempre più attento alla cura delle patologie dell'occhio: arrivata un'apparecchiatura all'avanguardia. La nuova suite composta dal biometro ottico e dalla tomografia ottica computerizzata del segmento anteriore permette, in maniera non-contact, una valutazione completa delle strutture oculari coinvolte in patologie come il cheratocono, le distrofie corneali, la cataratta e il glaucoma. Lo strumento, acquisito dalla struttura di Oculistica del Poma, rende la valutazione clinica e pre-operatoria dei pazienti più veloce e permette di ottenere immagini ad alta risoluzione.

"Il suo utilizzo – spiega il direttore dell'oculistica Giuseppe Sciuto – ci offre l'opportunità di effettuare diversi esami strumentali come la topografia corneale, che fornisce informazioni sulla cornea utili per la diagnosi di patologie quali il cheratocono o le distrofie corneali, ma anche una tomografia della cornea utile nei casi di trapianto. Per quanto riguarda il glaucoma, l'apparecchiatura permette una valutazione dell'angolo irido-corneale e il monitoraggio della fase post-operatoria nei pazienti trattati chirurgicamente". Inoltre, è possibile effettuare un calcolo preciso delle lenti intraoculari utilizzate nella chirurgia della cataratta anche in casi particolari come la cataratta avanzata, la post-chirurgia refrattiva e le lenti multifocali. Infatti, i dati ottenuti mediante il biometro vengono integrati con quelli ottenuti con tomografia ottica computerizzata del segmento anteriore per ottenere il calcolo più preciso possibile.
Proprio per l'impianto di lenti multifocali l'utilizzo di questo presidio è indispensabile per ottenere il miglior risultato. Queste lenti di ultima generazione sono disponibili anche all'Oculistica dell'ospedale di Mantova e permettono di ottenere una buona acuità visiva sia per lontano che per la distanza ravvicinata. Trattandosi di lenti particolari la selezione del paziente è importantissima e l'utilizzo della suite aiuta l'oculista a effettuare questo tipo di valutazione. Lo strumento sarà connesso in rete con la tomografia per il segmento posteriore dell'occhio in modo da ottenere un imaging completo dalla cornea alla retina. Le immagini saranno consultabili dagli specialisti dell'azienda sanitaria mediante un software dedicato, così come avviene per le immagini radiologiche.

L'uso della tecnologia consentirà di creare una rete tra i vari specialisti per il monitoraggio nel tempo dei pazienti affetti da patologie croniche dell'occhio.

FONDAZIONE MARCEGAGLIA ONLUS: PROTOCOLLO ZEUS A MANTOVA

163786387 1090661631411258 8474177644943952284 nUna società più equa si costruisce lavorando a una cultura di parità e rispetto sia con gli uomini che con le donne.
Uomini e donne devono essere parte attiva di questo cambiamento!
Per questo con il Protocollo Zeus ci impegniamo a tutelare le donne, lavorando con gli uomini.
Scopri di più: http://bit.ly/ProtocolloZeus

MONOCLONALI A MANTOVA

Francesco-Vaia-davanti-allo-Spallanzani-631x420Con gli anticorpi monoclonali, 8-9 persone su 10 non andranno in ospedale" per covid.
Lo ha detto Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani, intervenendo a Domenica In.
"Gli anticorpi vanno utilizzati tra il terzo e il quinto giorno della malattia e vanno usati per chi rischia di diventare un paziente grave: ipertesi, obesi, chi ha patologie respiratorie. Queste persone andranno in ospedale e avranno un'infusione di un'ora. Poi andranno a casa" ha spiegato Vaia.

"Ci aspettiamo l'85% di risoluzione: 8-9 persone su 10 non andranno mai in ospedale, questa è un'arma potente per evitare che le persone che si aggravino. Dobbiamo evitare che le persone vadano in ospedale, possiamo farlo con terapie innovative e portando le cure a casa. Chi è da solo a casa e non ottiene risposte da nessuno, cosa fa? Va in ospedale", osserva ancora il medico.
"Gli anticorpi monoclonali costano molto? Costano comunque meno di un passaggio in ospedale o in terapia intensiva. C'è anche un'altra sperimentazione che stiamo portando avanti, siamo in fase 1: anticorpi monoclonali che potrebbero essere somministrati in intramuscolo o per via sottocutanea" ha sottolineato Vaia

 

LAST MINUTE

Natura e Ambiente