• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Attualità
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Intrattenimento

Intrattenimento

PARMA, AL VIA LA STAGIONE CONCERTISTICA DEL TEATRO REGIO

aperturaSaranno sei, e tutti imperdibili, gli appuntamenti che, da gennaio a maggio 2018, scandiranno la Stagione concertistica del Teatro Regio di Parma. In cartellone, alcuni tra i più apprezzati protagonisti della scena internazionale, a partire dall'attesissima "rockstar del violino" David Garrett (28 gennaio), per poij proseguire con Beatrice Rana (25 febbraio) ed András Schiff (4 marzo), rispettivamente due differenti generazioni pianistiche, il duo formato da Katia e Marielle Labèque (15 aprile), Ilya Gringolts (22 maggio). Gran finale con il concerto fuori abbonamento di Stefano Bollani Danish Trio (20 maggio), il cui calendario di vendita sarà prossimamente comunicato. Il Gala di Capodanno, in programma il 31 dicembre 2017, sarà l'occasione salutare in musica il nuovo anno con arie e brani sinfonici interpretati dal soprano Maria Mudryak, dal tenore Stefan Pop, dal baritono Enkhbat Amartuvshin e dal basso Giacomo Prestia diretti da Francesco Ivan Ciampa alla testa dell'Orchestra dell'Opera Italiana. Biglieti acquistabili direttamente sul sito teatroregioparma.it

L’ENERGIA DI GIORGIA A VERONA

20 aprile, Agsm Forum (Ex Palazzetto dello Sport). La cantautrice Giorgia presenterà, con tutta la sua travolgente energia e le sue straordinarie capacità canore, i brani dell'album "Oro nero". Ma il concerto sarà anche occasione per riascoltare i più grandi successi che hanno costellato la carriera ultra ventennale dell'artista.

IL CONNUBIO PITTORICO DI CINZIA ZANELLINI

CINZIA ZANELLINI DAVANTI AD UN SUO DIPINTOLa sua opera Carlo Magno è stata selezionata per una mostra a Villa Reale a Monza. Ha partecipato a numerose fiere d'arte contemporanea come Arte Genova, Arte Cremona e Arte Piacenza con l'opera Niente è mai quel che sembra attraverso l'associazione no profit "Solo Arte Donna". E' stata presente con le sue opere a Italian Expo Berlino nel 2016. Selezionata tra ottocento partecipanti, con assegnazione di targa al merito dalla giuria alla Galleria Metropoli di Torino. Ha esposto al Palazzo Ducale di Revere, Reggia dei Gonzaga nella mostra collettiva Forma et Imago inaugurata alla presenza del Sindaco e della giunta comunale nell'estate del 2015. Selezionata alla Biennale di Genova con l'opera Sogno proibito. E' stata presente alla Fiera Internazionale d 'Arte di Verona. L'artista in questione è Cinzia Zanellini, nata a Mantova il 29 gennaio 1963, residente a Roncoferraro. Ispirata e posseduta dall'arte sin dall'infanzia si è diplomata in design per la moda, giungendo alla sua massima espressione artistica attraverso la pittura. L'ispirazione naturalistica proviene da vent'anni di carriera agonistica nel mondo dell'equitazione nazionale ed internazionale, da cui derivano i continui richiami simbolistici tra il mondo animale e l'essenza della figura umana. L'artista indaga l'esistenza simbiotica dell'essere umano e l'associazione uomo-animale, espressione assoluta di risultati dovuti al perfetto connubio e armonia. Il mondo animale associato all'uomo appartiene alla sua espressione artistica, e soltanto la danza classica può creare quell'armonia tra le due categorie. Cinzia Zanellini non suggerisce risposte, solo propone confronti e ricerca, quelli che hanno caratterizzato da sempre la sua crescita personale e il suo cammino artistico. Noi l'abbiamo incontrata e le abbiamo rivolto alcune domande:
Quale è la sua poetica artistica?
"La mia poetica artistica è contraddistinta dalla ricerca dell' armonia attraverso l'espressione del corpo in simbiosi con il mondo animale. A volte l'essere umano si incontra con l'animale che più lo rappresenta, come il cavallo, l'aquila, l'elefante, il gorilla e altri. A volte invece c'è proprio una metamorfosi della forma dove le specie si fondono, come nelle opere rafiguranti le Libellule, figure femminili con le ali".
Che tecnica utilizza e a quali artisti si ispira?
"Dipingo ad olio su tela e non mi identifico con nessun artista. Scelgo immagini femminili e animali che possano stare esteticamente bene nella composizione e che possano energeticamente o spiritualmente comunicare tra di loro, poi li disegno sulla tela e li dipingo. Ritengo di seguire solo il mio istinto".
Quali soddisfazioni ha avuto nell'ambiente artistico e quali le delusioni?
"Le più grandi soddisfazioni le ho ricevute dalle emozioni che hanno suscitato le mie opere nelle persone durante le esposizioni. Le emozioni che provo nel dipingere mi trasportano in un mondo di bellezza e di amore per la natura e gli animali che adoro; vorrei attraverso la mia espressione artistica diffondere questi sentimenti a tutti gli appassionati dell'arte".
Cosa ne pensa di Mantova come città d'arte e promozione di artisti emergenti?
"Non saprei cosa dirle. Ho tenuto solo una mostra personale al Museo di Virgilio a Mantova, poi i miei interessi artistici mi hanno portato verso altre destinazioni". Per informazioni Cell: 335 5631015
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MANTOVA. CAPITANI CORAGGIOSI. INSIEME PER LA MUSICA

Martedi 12 e mercoledi 13 aprile alle 21.15, sbarca al Palabam di Mantova "Capitani coraggiosi", attesissimo appuntamento musicale con Gianni Morandi e Claudio Baglioni. Dopo il successo dei dodici eventi di settembre, dopo le dirette televisive, i due artisti tornano insieme per una nuova serie di concerti. Tre ore di musica dal vivo, oltre 50 memorabili canzoni in scaletta... questo è l'energico programma del duo Morandi- Baglioni. I brani saranno eseguiti con un supergruppo di polistrumentisti, in uno spazio scenico innovato e spettacolare che donerà suggestione alla suggestione. Diversi sold-out e doppie repliche in molte città per un appuntamento di grande musica italiana. www.mantova.com

JANÁČEK, MIRABILE BOZZETTISTA PER BAMBINI

Rikadla, in ceco, sono le filastrocche per bambini, le fole che vengono da lontano e che parlano di boschi e di gnomi, di personaggi stralunati e di mostri nascosti nelle ombre della notte. Fiabe e racconti alla maniera di Schumann e di Satie. Ma nel mondo screziato di Leoš Janáček nulla è come sembra. O meglio: ciò che appare dischiude misteri arcani, verità sconcertanti, sguardi che come lame attraversano l'aria e stanano la verità crude. Le voci in questa mirabile galleria di bozzetti sono quelle del Collegium vocale di Gent, che Reinbert de Leeuw guida con impeccabile efficacia nel cogliere la più viva adesione alla vicenda cantata. A completare l'ascolto, pubblicato dall'etichetta Alpha, l'arrangiamento per ensemble da camera firmato dallo stesso de Leeuw alla Sonata 1.X.1905. Un respiro inedito per una voce dirompente e rauca, che al pianoforte chiedeva di scavare nella cordiera del dolore e di una appartata visionarietà.

GRANDE MUSICA AL PALA GEORGE DI MONTICHIARI

colonna destra1Grandi eventi per l'inverno musicale di Zedlive. Numerosi appuntamenti tra Verona, Vicenza, Padova, Treviso, e Brescia. Oltre sessanta appuntamenti con star nazionali e internazionali della musica, del teatro e della danza. Alcuni nomi? Eros Ramazzotti, Max Pezzali, Cesare Cremonini, Franco Battiato e Alice, Paola Turci ma anche Ale e Franz, Giuseppe Giacobazzi, Alessandro Bergonzoni, tanto per citarne alcuni. Nel bresciano, gli appuntamenti più di spicco si terranno presso il Pala George a Montichiari. Inizio dicembre con uno degli artisti italiani più applauditi e seguiti degli ultimi anni: Tiziano Ferro. L'artista di Latina sarà impegnato per un doppio appuntamento il 2 e 3 dicembre con uno show in grande stile, come ci ha abituato sempre più negli ultimi anni. Dopo aver dominato l'estate con il successo de "Lo stadio tour" che in 8 concerti ha portato negli stadi oltre 300.000 spettatori, l'artista torna con la sua super band: Tim Stewart (chitarra), Davide Tagliapietra (chitarra), Luca Scarpa (pianoforte/dir. musicale), Nicola Peruch (tastiere), Aaron Spears (batteria), Reggie Hamilton (basso). Altro doppio appuntamento il 12 e 13 dicembre con un altro italiano sempre più proiettato al successo internazionale: Lorenzo Jovanotti. Conclusa la tournèe negli stadi (superati i 300.000 spettatori questa estate) e dopo essersi preso qualche mese di riposo, Jovanotti riparte alla volta di "Lorenzo nei Palazzi dello sport", tranche autunnale del tour di supporto al suo ultimo album in studio, "Lorenzo 2015 cc". Musica ed energia animeranno le quasi tre ore di concerto, arricchito da scenografie rinnovate e da una scaletta che trasformerà il palasport in una gigantesca discoteca. Ci saranno poi i Negramaro il 20 dicembre! Il gruppo, da qualche anno, ci sta abituando a interessanti cover dei grandi successi dei padri della musica leggera italiana. Le loro originali reinterpretazioni hanno il merito di aver fatto scoprire ai più giovani dei capolavori assoluti di artisti come Modugno ("Meraviglioso") e Villa ("Un amore così grande"). Proprio quest'ultimo brano da il nome al nuovo tour che la scorsa estate ha registrato successi sempre più crescenti in rassegne e festival nazionali. Inizio febbraio pienamente internazionale con i Toto, il 7. Si prevede già sold-out. Affrettatevi! Info: www.zedlive.com

A PARMA, TEATRO IN FESTA PER LE NOZZE DI FIGARO FIRMATE DA MARTONE.

La chiave secondo Mario Martone per decodificare quel guazzabuglio di affetti, intrighi, bruschi capovolgimenti di registro e di sorti che è "Le Nozze di Figaro è tutto in due elementi: un tavolo e una balconata. Al Regio di Parma, lo scorso gennaio, Il Figaro di Simon Orfila scivolava fluido sul profilo di sagace cameriere del Conte e promesso sposo di Susanna, senza tuttavia esplorare appieno le corde emotive di un personaggio così complesso; per contro, la Susanna di Laura Giordano convinceva per ingenuità e leggerezza, non altrettanto per incisività e piglio. Applausi per la Contessa qui interpretata da una Eva Mei capace di bel fraseggio e del giusto lirismo culminante nel definitivo perdono finale, e per il Conte d'Almaviva di Roberto de Candia, corretto anche se con qualche segno caricaturale di troppo. Allo stesso modo, marcato nei tratti di ambiguo paggio era il Cherubino di Laura Polverelli, mentre grossolanamente sensuale era Marigona Qerkezi, Marcellina giustamente volgarotta e vocalmente efficace. Rifinito per precisione e nitore era infine lo squillante Basilio di Matteo Macchioni, contrappuntato dall'ombroso don Bartolo di Francesco Milanese. Applausi e Regio in festa, con il Direttore Generale Anna Maria Meo in palco, a condividere un successo da tutto esaurito.

MARCO MENGONI AL PALABAM

Marco MengoniSarà il Palabam di Mantova a ospitare la "data zero" del nuovo e attesissimo tour di Marco Mengoni il 5 maggio. Il tour, #MengoniLive2015, dopo il debutto a Mantova proseguirà in alcuni dei palazzetti più importanti della penisola, a partire dal Mediolanum Forum di Milano il 7 maggio. I biglietti per la "data zero" sono in vendita su livenation.it, ticketone.it e tramite l'App ufficiale di Marco Mengoni, disponibile da alcune settimane negli store iTunes e Google Play. "Guerriero", il primo singolo del nuovo progetto artistico di Mengoni, si è posizionato subito ai primi posti della classifica di iTunes. Durante il concerto, l'artista italiano, che ormai ha acquisito fama internazionale, presenterà una scaletta completa ed eterogenea dei brani più significativi del suo repertorio e del nuovo album.

GRANDE BALLO A MANTOVA. IN SCENA LO SCHIACCIANOCI …ED È MAGICA EMOZIONE

SchiaccianociIl 30 dicembre, al Teatro Sociale di Mantova, spazio al balletto con uno dei classici: "Lo Schiaccianoci". Amore, sogno e si uniscono in uno dei più affascinanti balletti della storia della danza classica. Le scenografie incantate del Ballet of Moscow e la vicenda pervasa da un'atmosfera fatata di festa, fanno di questa fiaba fatta di dolciumi, soldatini, albero di natale, fiocchi di neve, fiori che danzano, topi cattivi, prodigi, principe azzurro e fatina, un evento in grado di ammaliare i bambini e incanta i grandi. La conclusione è segnata dallo squisito Valzer dei Fiori, dopo il quale Clara si ritroverà nella sua poltrona con il suo schiaccianoci in grembo, felice di questo sogno di Natale.

Sottocategorie

LAST MINUTE

Natura e Ambiente