• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Interviste
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Intrattenimento   Arte NELL’ARTE DI NICOLA DANZI

NELL’ARTE DI NICOLA DANZI

NICOLA DANZI consegna quadro a Fabio Lamborghini x museo Lambo

L'artista veronese Nicola Danzi appassionato di auto, fin da bambino dipinge esclusivamente soggetti a tema motoristico. Dopo aver dipinto per anni principalmente ad acrilico a spatola, decide di affiancare a questa tecnica quella digitale e crea la collezione "Nico garage" che attualmente conta più di 200 mezzi di fantasia, gran parte surreali. Non sa dire esattamente a che età la sua attenzione si sia focalizzata sui motori, ma dai suoi vecchi quaderni automobili e camion erano presenti dai primi schizzi giovanili. La scelta del liceo artistico è stata inevitabile, vista la passione per l'arte tramandatagli anche dalla sua famiglia. L'attrazione per i motori lo ha portato a vedere gare ed esposizioni automobilistiche. A collezionare modellini e riviste del settore, destinando pure i suoi guadagni all'acquisto di automobili. L'unione delle due passioni è stata automatica.
Ci parla del suo percorso artistico dalla pittura all'arte digitale?
"Sono passato dalla mia abituale pittura a spatola, o meglio carte di credito di plastica spezzate, a dipingere con mezzi digitali circa 11 anni fa, quando ho cominciato ad ideare mezzi di mia fantasia anzichè riprodurre pittoricamente auto reali. Ho cominciato a realizzarli a pennello in quando il mio progetto richiedeva un maggiore realismo grafico. Non conciliava però con il mio stile tendenzialmente espressionista, perciò ho deciso, visto il mio passato di grafico pubblicitario di usare il digitale. Ho creato così un garage virtuale ma assolutamente verosimile di mezzi di mia fantasia derivati dalle auto iconiche del motorismo italiano, europeo e mondiale".
Come nasce un suo elaborato?
"Tutto parte da un'idea, un'intuizione che generalmente mi sovviene in momenti di particolare rilassamento. Segue subito uno schizzo sul block notes che tengo sempre con me per fermare l'attimo prima che l'idea svanisca. In studio poi lo rielaboro in grande, normalmente a matita su foglio A4 e poi lo digitalizzo sul computer. La fase finale della realizzazione a computer è quella che richiede più tempo e pazienza ma anche quella in cui mi immergo maggiormente usando la fantasia. Non è raro che inizi a realizzare un nuovo progetto dopo cena, e mi ritrovi a lavorarci ancora alle 5 di mattina senza accorgermi del tempo trascorso".
Quali artisti l'hanno ispirata nell'ambiente?
"Per la pittura tradizionale ad acrilico mi ispiro a John Ketchell, un motoring artist inglese rinomato nel Regno Unito. Per le creazioni digitali guardo un po' al mondo del fumetto, rendendolo graficamente più realistico".
Ha collaborazioni con aziende o riviste del settore automobilistico o pubblicitario?
"Ho avuto varie collaborazioni con una multinazionale di freni per auto. Sono stato pubblicato sulle principali riviste di auto e camper, e a breve uscirà un articolo su una fanzine di fumetti. Da due anni sto realizzando il mio sogno con una carrozzeria di Viterbo: la costruzione di un mio progetto. Una FIAT 500 storica con motore Bugatti EB 110. Al momento sono pronti: telaio, sospensioni e motore. Attualmente le mie opere sono in mostra a Taiwan in Cina e a breve farò ristampare una versione aggiornata ed estesa dei miei due libri illustrati Le mie 500 e Sogni a 4 ruote". Per informazioni www.nicopaintings.com

LAST MINUTE

Natura e Ambiente