AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home

Articoli

CYBERBULLISMO PIAGA DA SANARE

FOTO PRINCIPALE

Il 7 febbraio si è celebrata la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, un momento molto importante per sensibilizzare non solo gli addetti ai lavori, ma anche genitori e studenti su questo fenomeno che, nonostante le nuove leggi e le tante iniziative per la prevenzione, presenta dei numeri ancora, purtroppo, allarmanti. Il termine bullismo è un calco dall'inglese bullying, usato per designare il fenomeno delle prepotenze tra pari in un contesto di gruppo e si riferisce sia alle prepotenze dirette (ad esempio calci, pugni, offese verbali, minacce) sia a quelle indirette, più sottili e meno facilmente rilevabili (ad esempio l'esclusione da un gruppo o la diffusione di prese in giro su una determinata persona).Il cyberbullismo è una forma di bullismo attuata attraverso strumenti telematici. Gli atti molesti o persecutori vengono, infatti, compiuti mediante strumenti informatici e diffusi sul web, in particolare sui social network, o attraverso la telefonia mobile. Ci sono diverse tipologie di questa forma di violenza. Una delle più conosciute è il flaming: si tratta di un litigio online nel quale si fa uso di espressioni volgari e offensive ed è molto diffuso nell'ambito dei videogiochi interattivi, dove vengono presi di mira soprattutto i principianti che, a causa della loro inesperienza, commettono errori e sono quindi derisi e insultati dagli altri. Quando si parla di harassment si intende, invece, una vera e propria molestia consistente nell'invio di una serie di messaggi scortesi, offensivi, insultanti e disturbanti che mirano ad offendere un soggetto preciso, molto diffuso anche nelle chat di whatsapp. L'exclusion è l'esclusione di qualcuno da un gruppo on line, compiuta con determinazione e intenzionalità; con exposure si intende la rivelazione di informazioni o particolari che riguardano la vita privata di qualcuno senza il suo consenso. Con il Put down si scredita una persona attraverso post o messaggi inviati ad altri, colpendo non la sua persona ma la sua reputazione di fronte agli amici o agli estranei. Le forme di bullismo online sono tantissime, la possibilità per l'aggressore di colpire la sua vittima persiste per 24 ore su 24, in ogni giorno dell'anno, inoltre la sua capacità di penetrazione è molto rapida, in linea con la velocità del web e dei social network e si svolge in una dimensione dematerializzata dalla quale risulta difficile scappare. Il persecutore può colpire la sua vittima anche quando questa si trova tra le pareti domestiche, il luogo dove dovrebbe ....PER LEGGERE L'INTERO ARTICOLO vai sulla pagina Facebook MCG magazine, sfoglia l'intera rivista gratuitamente e regalaci un MI PIACE

LAST MINUTE

Natura e Ambiente