• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Attualità
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Intrattenimento   Musica I CAPRICCI DI FRANCESCA, GIOVANE DEA DEL VIOLINO

I CAPRICCI DI FRANCESCA, GIOVANE DEA DEL VIOLINO

apertura

Tra il magistero di Bach e le vertigini paganiniane, la raffinata "Bizzarra" firmata da Nicola Campogrande.
Dopo averla applaudita nello scrigno dell'Auditorium Arvedi di Cremona, lo scorso 8 febbraio eravamo tra il pubblico dell'Aula Magna del Verri di Lodi per il recital solistico di Francesca Dego, statuaria dea del violinismo emergente. E nell'ascolto che si rinnova, ritroviamo di volta in volta l'armatura smagliante di un'invidiabile strumentalità: appoggio, controllo dell'arco e quella imprescindibile freddezza che consente di governare senza sbavature le situazioni più impervie. Ne erano prova i dodici Capricci di Paganini, dall'ironico tredicesimo fino al grandioso, celeberrimo, ventiquattresimo con il suo tema variato. Nel loro condensato di spudorata sfida virtuosistica celata sotto un'amabile cantabilità, questi frammenti di pochi minuti l'uno svelavano, nelle brusche virate di una scrittura tutta nervi tesi, il temperamento di questa interprete, capace di affrontarli d'un fiato e senza batticuore, quasi come quotidiani esercizi alla sbarra, come rivela anche la recente incisione realizzata dalla giovane musicista lecchese per la Deutsche Grammophon.

LAST MINUTE

Natura e Ambiente