• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Attualità
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Intrattenimento   Musica IL CONNUBIO PITTORICO DI CINZIA ZANELLINI

IL CONNUBIO PITTORICO DI CINZIA ZANELLINI

CINZIA ZANELLINI DAVANTI AD UN SUO DIPINTO

La sua opera Carlo Magno è stata selezionata per una mostra a Villa Reale a Monza. Ha partecipato a numerose fiere d'arte contemporanea come Arte Genova, Arte Cremona e Arte Piacenza con l'opera Niente è mai quel che sembra attraverso l'associazione no profit "Solo Arte Donna". E' stata presente con le sue opere a Italian Expo Berlino nel 2016. Selezionata tra ottocento partecipanti, con assegnazione di targa al merito dalla giuria alla Galleria Metropoli di Torino. Ha esposto al Palazzo Ducale di Revere, Reggia dei Gonzaga nella mostra collettiva Forma et Imago inaugurata alla presenza del Sindaco e della giunta comunale nell'estate del 2015. Selezionata alla Biennale di Genova con l'opera Sogno proibito. E' stata presente alla Fiera Internazionale d 'Arte di Verona. L'artista in questione è Cinzia Zanellini, nata a Mantova il 29 gennaio 1963, residente a Roncoferraro. Ispirata e posseduta dall'arte sin dall'infanzia si è diplomata in design per la moda, giungendo alla sua massima espressione artistica attraverso la pittura. L'ispirazione naturalistica proviene da vent'anni di carriera agonistica nel mondo dell'equitazione nazionale ed internazionale, da cui derivano i continui richiami simbolistici tra il mondo animale e l'essenza della figura umana. L'artista indaga l'esistenza simbiotica dell'essere umano e l'associazione uomo-animale, espressione assoluta di risultati dovuti al perfetto connubio e armonia. Il mondo animale associato all'uomo appartiene alla sua espressione artistica, e soltanto la danza classica può creare quell'armonia tra le due categorie. Cinzia Zanellini non suggerisce risposte, solo propone confronti e ricerca, quelli che hanno caratterizzato da sempre la sua crescita personale e il suo cammino artistico. Noi l'abbiamo incontrata e le abbiamo rivolto alcune domande:
Quale è la sua poetica artistica?
"La mia poetica artistica è contraddistinta dalla ricerca dell' armonia attraverso l'espressione del corpo in simbiosi con il mondo animale. A volte l'essere umano si incontra con l'animale che più lo rappresenta, come il cavallo, l'aquila, l'elefante, il gorilla e altri. A volte invece c'è proprio una metamorfosi della forma dove le specie si fondono, come nelle opere rafiguranti le Libellule, figure femminili con le ali".
Che tecnica utilizza e a quali artisti si ispira?
"Dipingo ad olio su tela e non mi identifico con nessun artista. Scelgo immagini femminili e animali che possano stare esteticamente bene nella composizione e che possano energeticamente o spiritualmente comunicare tra di loro, poi li disegno sulla tela e li dipingo. Ritengo di seguire solo il mio istinto".
Quali soddisfazioni ha avuto nell'ambiente artistico e quali le delusioni?
"Le più grandi soddisfazioni le ho ricevute dalle emozioni che hanno suscitato le mie opere nelle persone durante le esposizioni. Le emozioni che provo nel dipingere mi trasportano in un mondo di bellezza e di amore per la natura e gli animali che adoro; vorrei attraverso la mia espressione artistica diffondere questi sentimenti a tutti gli appassionati dell'arte".
Cosa ne pensa di Mantova come città d'arte e promozione di artisti emergenti?
"Non saprei cosa dirle. Ho tenuto solo una mostra personale al Museo di Virgilio a Mantova, poi i miei interessi artistici mi hanno portato verso altre destinazioni". Per informazioni Cell: 335 5631015
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LAST MINUTE

Natura e Ambiente