• Home
  • Ristoranti e Vini
  • Cucina
  • Salute & Bellezza
  • Intrattenimento
  • Fashion
  • Viaggi
  • Eventi
  • Interviste
AREA RISERVATA

Login to your account

Username
Password *
Remember Me
Back Sei qui: Home Eventi   Brescia NEL BRESCIANO MANCANO 8 MILA RESIDENTI

NEL BRESCIANO MANCANO 8 MILA RESIDENTI

pexels-rene-asmussen-325690

Al 31 dicembre 2020 la popolazione residente in Italia è diminuita di circa 384mila unità rispetto all'inizio dell'anno: 59.257.566 sono infatti i residenti in Italia, 0,6 per cento in meno rispetto al 2019. È questo – lo sostiene il report «La dinamica demografica durante la pandemia Covid-19 | Anno 2020» pubblicato dall'Istituto Nazionale di Statistica – uno degli effetti negativi prodotti dalla pandemia Covid-19 che fa registrare anche un netto calo di nascite, ai minimi storici dall'Unità d'Italia. Secondo il recente rapporto dell'Istat, nel 2020 in provincia di Brescia bisogna fare i conti con 8mila residenti in meno, un numero che si deve alla somma delle mancate nascite e dei molti decessi (oltre 3.800 quelli dovuti al Covid). Sedicimila sarebbero i morti nel 2020, e novemila le nascite.

In tutta Italia – i dati sono contenuti nel rapporto – i bambini nati nel 2020 e iscritti all'anagrafe sono stati 404.104, il 3,8 per cento in meno rispetto al 2019. I decessi invece sono cresciuti del 17,6 per cento.

"Le ragioni della denatalità – si legge nel report – vanno ricercate anche nei fattori che hanno contribuito al trend negativo dell'ultimo decennio (progressiva riduzione della popolazione in età feconda e clima di incertezza per il futuro). Il senso di sfiducia generato nel corso della prima ondata, soprattutto al Nord, può aver portato alla decisione di rinviare la scelta di avere un figlio. Al contrario, il clima più favorevole innescato nella fase di transizione può avere avuto effetti benefici transitori, poi annullati dall'arrivo della seconda
ondata".

 

LAST MINUTE

Natura e Ambiente